Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
24 gennaio 2022
In Universale Economica
anteprima
copertina
Sempre nel posto sbagliato
Autobiografia

Traduzione: Adriana  Bottini
Collana: Varia
Pagine: 560
Prezzo: Euro 25,82
In breve
Un intellettuale palestinese ripercorre la propria vita, rievocando un mondo affascinante in via di estinzione e dando voce alle sofferenze di tutto un popolo.
Il libro
Edwuard W. Said è tra gli intellettuali più stimati del nostro tempo, per l'importanza dei suoi studi critici ma anche per la coraggiosa militanza in difesa dei diritti umani. Nasce a Gerusalemme nel 1935, erede di una ricca famiglia palestinese cristiana conduce i suoi primi studi nel prestigioso Victoria College del Cairo. Il futuro re di Giordania Hussein e Omar Sharif sono tra i suoi compagni. Ma il giovane Edward rifiuta il modello educativo dei cosiddetti Wog (Westernaised Oriental Gentlemen) e incoraggiato dal padre, imprenditore ambizioso ed esigente, si trasferisce in un college del Massachusetts. Nel 1948, dichiarato lo stato di Israele, la sua figura è espropriata di tutti i beni. Edwuard decide di combattere per i diritti del popolo palestinese, per uno stato binazionale, laico e democratico. Diventa un rifugiato politico. Vita intensa la sua, brillante ma anche scomoda, segnata dalla sofferta condizione dell'esilio ma anche da una ricchissima esperienza, in bilico tra i luoghi più prestigiosi della cultura occidentale e un Medioriente agitato da ingiustizie e conflitti. Una rara forma di leucemia induce l'autore a raccontarsi in questo libro, a dire cosa significa sentirsi "sempre nel posto sbagliato", in un'autobiografia avvincente che contiene l'avventura degli incontri e delle idee ma anche la drammaticità della lotta e dell'esclusione. L'apparire di questa sua opera ha già suscitato un feroce dibattito sui giornali americani, israeliani e inglesi, come a dimostrare che l'infaticabile impegno di Said continua ancora a generare fecondi insegnamenti e inquietudini.

Leggi l'estratto
 E' morto Edward W. Said

 Recensioni
 Vai alla collana: Universale Economica Vite Narrate
 Suggerisci il libro
      a un amico