Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
20 gennaio 2022
In Universale Economica
anteprima
copertina
Il grande Altro
Nazionalismo, godimento, cultura di massa

Cura: Marco  Senaldi
Collana: Campi del sapere
Pagine: 208
Prezzo: Euro 18,08
In breve
Antologia di scritti su potere, ordine, sistema, sulla dialettica tra repressione e godimento, sui paradossi del presente.
Il libro
Che cos'è il Grande Altro? Così Lacan chiamava l'Ordine costituito, il Potere, il Sistema, ossia la struttura simbolica che definisce l'uomo in quanto animale culturale. Zizek analizza in profondità il funzionamento di questo ordine, utilizzando principalmente la psicanalisi (Freud e Lacan) e la dialettica hegeliana, secondo cui ogni cosa va intesa in quanto già contiene il proprio opposto. Anche il Grande Altro contiene il proprio opposto: rappresenta la legge, la repressione, il controllo, ma quando collassa - come è accaduto nella seconda metà del nostro secolo - mostra la sua faccia oscena, corrotta, irrazionale. Quella di Zizek, qui in prima traduzione italiana, è una riflessione che fonda un vero metodo filosofico in grado di interpretare l'impasto di politica e di "relazioni improprie", di Coca-cola e di stupro etnico, di menzogne veritiere e di verità menzognere che costituisce la nostra attuale cultura.
Approfondimento
Slavoj Zizek analizza in profondità il funzionamento dell'Ordine Costituito - il Grande Altro del titolo -, utilizzando principalmente la psicoanalisi (Freud e Lacan) e la dialettica hegeliana, secondo cui ogni cosa va intesa in quanto già contiene il proprio contrario. Il Potere, infatti, ci si para davanti sotto forma di Legge, repressione, controllo, ma quando collassa - come è avvenuto spesso in questo secolo con la fine dei totalitarismi in Europa, la caduta dei governi autoritari in Iran, Romania, Spagna, il crollo del socialismo reale in Urss ecc. - mostra una faccia oscena, fatta di permissivismo, corruzione. Per capire questo lato oscuro occorre addentrarsi nell'esame di quella forza immaginaria che Zizek chiama "godimento". Perché il Potere ci incita a godere: "Goditi la vita! Realizza i tuoi sogni! Non conformarti! Trasgredisci le regole!". Di fronte agli imperativi tipici della cultura di massa occorre sospettare: la trasgressione generalizzata rinforza il Potere anziché minarlo, e ne rende accettabile il volto osceno come fatto normale. L'utopia di una società trasparente e tollerante può allora essere l'ultima maschera di un Potere che stigmatizza le esplosioni di nazionalismo, furore etnico o integralismo religioso come "inumane", solo per nascondere che "inumano" è il prodotto stesso del suo godimento.
 Suggerisci il libro
      a un amico