Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
19 gennaio 2022
In Universale Economica
anteprima
copertina
Lezioni di storia della filosofia politica

Cura: Samuel  Freeman
Traduzione: Valeria  Ottonelli
Contributi: Salvatore  Veca
Collana: Universale Economica Saggi
Pagine: 560
Prezzo: Euro 15
Compra su lafeltrinelli.it
In breve
Una brillante interpretazione della tradizione liberale e una ricchissima miniera di materiali per capire in quale rapporto con i suoi predecessori Rawls vedesse la propria filosofia.
Il libro
Le Lezioni si basano sulle dispense e sulle annotazioni per il corso di Filosofia politica moderna che John Rawls tenne all’Università di Harvard a partire dalla metà degli anni sessanta fino al suo ritiro dall’insegnamento, nel 1991. Rawls vi discute le concezioni dei fondatori del pensiero politico moderno: Hobbes, Locke, Hume, Rousseau, Mill e Marx. Lo scopo che Rawls si prefigge è quello di enucleare le idee che caratterizzano il liberalismo come teoria politica della giustizia. Il suo punto di partenza sono le teorie del contratto sociale, discute poi le obiezioni di Hume a tali teorie e presenta un’analisi dettagliata della versione non contrattualistica di Mill, per concludere con l’esame della critica marxiana al capitalismo liberale. Oltre a essere un eccellente manuale di storia della filosofia politica moderna, le Lezioni offrono a Rawls l’opportunità di operare un confronto sistematico tra la propria teoria e le concezioni morali della tradizione filosofica. Proprio questa caratteristica delle Lezioni consente a quanti sono già familiari con il pensiero di Rawls di scoprirne i nessi con i temi che egli esplora. In questo senso le Lezioni sono uno strumento indispensabile per la conoscenza del maggior teorico politico del Novecento.
Approfondimento
Indice

Nota all’edizione italiana di Salvatore Veca
Prefazione del curatore
Note introduttive
Testi citati

Introduzione: osservazioni sulla filosofia politica
1.Quattro domande sulla filosofia politica
2. I quattro ruoli della filosofia politica
3. Le idee principali del liberalismo: le sue origini e il suo contenuto
4. Una tesi centrale del liberalismo
5. Situazioni iniziali

HOBBES
I. La morale secolare di Hobbes e il ruolo del suo contratto sociale
1. Introduzione
2. La morale secolare di Hobbes
3. Interpretazioni dello stato di natura e del contratto sociale
Prima lezione su Hobbes: Appendice A
Prima lezione su Hobbes: Appendice B
Prima lezione su Hobbes: Appendice C

II. La natura umana e lo stato di natura
1. Osservazioni preliminari
2. Caratteristiche principali della natura umana
3. L’argomentazione a favore della tesi di Hobbes
Seconda lezione su Hobbes: Appendice A

III. La teoria del ragionamento pratico di Hobbes
1. Il ragionevole e il razionale
2. I fondamenti razionali degli articoli ragionevoli della concordia civica
Terza lezione su Hobbes. Appendice A (1979)
Terza lezione su Hobbes. Appendice B

IV. Il ruolo e i poteri del sovrano
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE SU HOBBES E LA DEMOCRAZIA COSTITUZIONALE (1978)
Quarta lezione su Hobbes: Appendice A
Quarta lezione su Hobbes: Appendice B
Appendice: Indice di Hobbes

LOCKE
I. La sua dottrina del diritto naturale
1. Osservazioni introduttive
2. Il significato del diritto naturale
3. La legge di natura fondamentale
4. Lo stato di natura come stato di eguaglianza
5. Il contenuto della legge di natura fondamentale
6. La legge di natura fondamentale e le basi dei diritti naturali

II. La sua teoria del regime legittimo
1. La resistenza sotto una costituzione mista
2. La tesi fondamentale di Locke sulla legittimità
3. Il criterio lockeano per un regime politico legittimo
4. L’obbligo politico per gli individui
5. Il potere costituente e la dissoluzione del governo

III. La proprietà e lo stato di classe
1. Formulazione del problema
2. Sfondo della questione
3. La risposta di Locke a Filmer: I, capitolo 4
4. La risposta di Locke a Filmer: II, capitolo 5
5. Il problema dello stato di classe
6. Una storia possibile dell’origine dello stato di classe

HUME
I. “Del contratto originale”
1. Osservazioni introduttive
2. La critica humeana al contratto sociale di Locke

II. L’utilità, la giustizia, e l’osservatore giudizioso
1. Osservazioni sul principio di utilità
2. La virtù artificiale della giustizia
3. L’osservatore giudizioso

ROUSSEAU
I. Il contratto sociale: il suo problema
1. Introduzione
2. Gli stadi della storia prima della società politica
3. Lo stadio della società civile e dell’autorità politica
4. La rilevanza per il contratto sociale
Prima lezione su Rousseau (1981). Appendice A
Rousseau. Appendice B

II. Il patto sociale: i suoi presupposti e la volontà generale (I)
1. Introduzione
2. Il patto sociale
3. La volontà generale

III. La volontà generale (II) e la questione della stabilità
1. Il punto di vista della volontà generale
2. La volontà generale: il rule of law, la giustizia, e l’eguaglianza
3. La volontà generale e la libertà civile e morale
4. La volontà generale e la stabilità
5. La libertà e il patto sociale
6. Le idee sull’eguaglianza di Rousseau: che cosa le rende particolari?

MILL
I. La sua concezione dell’utilità
1. Osservazioni introduttive: J.S. Mill (1806-1873)
2. Un modo per leggere l’Utilitarismo di Mill
3. La felicità come fine ultimo
4. Il criterio della preferenza decisa
5. Commenti ulteriori sul criterio della preferenza decisa
6. La psicologia sottostante di Mill

II. La sua teoria della giustizia
1. Il nostro approccio a Mill
2. La teoria della giustizia di Mill
3. Il posto della giustizia nella morale
4. Caratteristiche dei diritti morali in Mill
5. Il criterio bipartito di Mill
6. Il desiderio di unità con gli altri

III. Il principio di libertà
1. Il problema del Saggio sulla libertà(1859)
2. Alcune osservazioni preliminari sul principio di Mill
3. Enunciazione del principio di libertà milliano
4. Sul diritto naturale (astratto)
Conclusione

IV. La sua dottrina nel suo insieme
1. Introduzione
2. La struttura della dottrina di Mill
3. I primi due interessi permanenti dell’umanità
4. Due altri interessi permanenti
5. Rapporto con il criterio della preferenza decisa
6. Rapporto con l’individualità
7. Il posto dei valori perfezionisti
Appendice: Osservazioni sulla teoria sociale di Mill [c. 1980]

MARX
I. La sua idea del capitalismo come sistema sociale
1. Osservazioni preliminari
2. Caratteristiche del capitalismo come sistema sociale
3. La teoria del valore-lavoro
I lezione su Marx: Appendice

II. La sua concezione del giusto e della giustizia
1. Un paradosso nella visione della giustizia di Marx
2. La giustizia come concezione giuridica
3. Sul fatto che Marx condanna il capitalismo come ingiusto
4. Il rapporto con la teoria della distribuzione basata sulla produttività marginale
5. Il ruolo allocativo e distributivo dei prezzi

III. Il suo ideale: una società di produttori liberamente associati
1. Le idee sulla giustizia di Marx sono coerenti?
2. Perché Marx non discute esplicitamente le idee di giustizia
3. La scomparsa della coscienza ideologica
4. Una società senza alienazione
5. L’assenza di sfruttamento
6. Il comunismo maturo: il superamento del primo difetto del socialismo
7. Il comunismo maturo: il superamento della divisione del lavoro
8. La fase più avanzata del comunismo è una società oltre la giustizia?
397 Osservazioni conclusive

APPENDICI

Quattro lezioni su Henry Sidgwick
I. I Metodi dell’etica di Sidgwick
1. Osservazioni preliminari
2. La struttura e l’argomentazione dei Metodi dell’etica

II. Sidgwick sulla giustizia e sul principio di utilità classico
1. La teoria della giustizia di Sidgwick
2. Formulazione del principio di utilità classico
3. Alcuni commenti su confronti interpersonali di utilità (confronti IP)
4. Alcune caratteristiche del principio di utilità come principio primo di un metodo razionale dell’etica
5. Un esempio: la critica di Sidgwick alla libertà naturale
6. Ulteriori considerazioni concernenti la definizione del principio di utilità

III. L’utilitarismo di Sidgwick
1. Introduzione all’utilitarismo
2. L’enunciazione del principio classico di utilità (Sidgwick)
3. Osservazioni sui confronti interpersonali
4. Vincoli filosofici a una misura soddisfacente dei confronti interpersonali
5. Alcune questioni che riguardano il maggior numero e la felicità, e la massimizzazione della utilità totale vs. l’utilità media
6. Note conclusive
Lezione III Appendice: A proposito dei confronti interpersonali cardinali

IV. Riassunto dell’utilitarismo

CINQUE LEZIONI SU JOSEPH BUTLER
I. La costituzione morale della natura umana
1. Introduzione: vita (1692-1752), opere, e obiettivi
2. Gli avversari di Butler
3. La costituzione morale della natura umana

II. La natura e l’autorità della coscienza
1. Introduzione
2. Caratteristiche della nostra facoltà morale
3. Schema delle argomentazioni di Butler a favore dell’autorità della coscienza: Sermone II
4. Sintesi dell’argomentazione di Butler a favore della autorità della coscienza

III. L’economia delle passioni
1. Introduzione
2. Il metodo di Butler
3. Il ruolo della compassione: come parte della nostra natura sociale

IV. L’argomentazione di Butler contro l’egoismo
1. Introduzione
2. L’argomentazione di Butler contro l’edonismo egoistico

V. Presunti conflitti tra coscienza e amor proprio
1. Introduzione
2. Perché supporre che Butler sia incoerente: su coscienza e amor proprio
3. Alcuni principi della psicologia morale di Butler
Appendice: Annotazioni aggiuntive su Butler
Schema del corso

Indice analitico

Leggi l'estratto

 Recensioni
 Vai alla collana: Campi del sapere
 Suggerisci il libro
      a un amico