Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
20 gennaio 2022
In Universale Economica
anteprima
copertina
Il tempo che resta

Collana: I Narratori
Pagine: 112
Prezzo: Euro 10,33
Compra su lafeltrinelli.it
In breve
Sette racconti che testimoniano lo spaesamento, la nostalgia e la separazione,la fragilità di una bambina immigrata, il dolore e il silenzio, con improvvise risorse di vita.
Il libro
Sette racconti il cui tema dominante è l'amore assoluto. Come la bambina di Incantesimi, il primo libro di Linda Ferri, i protagonisti di queste storie sono minati dalla paura di una perdita che è giˆ avvenuta, e tuttavia si ostinano a inseguire il desiderio, l'impulso di essere felici. In bilico su una corda, compiono evoluzioni funambolesche lungo il percorso senza meta della passione, quel percorso cos" acutamente delineato, per esempio, dal Barthes dei Frammenti di un discorso amoroso. Alle spalle si sono lasciati "la quiete infinitamente rassicurante" dell'abbraccio materno, davanti li aspetta il sogno di un'unione totale con l'essere amato. Sono in balia di una forza che li soverchia e infligge loro le pene inebrianti del transfert d'amore: il terrore indicibile della perdita, la disperata felicitˆ che precede l'addio, l'incapacitˆ di leggerezza, il delirio dell'attesa, il timore dell'inadeguatezza, il trasporto non condiviso, il senso di colpa, il panico che distorce un suono, un'immagine in una minaccia, in un pericolo mortale, tutte le ombre, insomma, che passano sulla relazione amorosa e ne mutano all'improvviso la luce. A volte, il funambolo perde l'equilibrio e precipita nella rete di sicurezza, caduta che lo fa uscire di scena "in punta dei piedi, per sempre triste", altre, invece, riesce con un gesto di destrezza a raddrizzarsi e a proseguire, come la bambina di Una macchia sulla pelle o la fidanzata in fuga di Le province del cuore. In questo continuo oscillare l'unica salvezza sembra darsi attraverso la scrittura, come racconta la protagonista di Il gatto sulla mensola.
Approfondimento
Inquietudine, fragilità, leggerezza: nelle speranze di una bambina immigrata; in una coppia bizzarra, Nédim, col suo negozio di tappeti e Plume, pallido e aguzzo come una falce di luna, che si incontrano in una piazza del mercato in Marocco; nel rapporto stretto e disperato di due fratelli; nelle frasi che calano improvvise nella fantasia di una bambina sola. Sono parole nuove che le vorticano in mente come multiformi pezzetti di carta, oppure sono frasi che si posano, dentro di lei, apparentemente senza senso, incomprensibili. ("Piano piano scoprii un’altra cosa: le frasi si rivolgevano sempre a un altro; quel qualcuno dentro di me stava parlando a qualcun altro. Per esempio gli diceva: ‘ti giuro che non è vero’, oppure ‘non prendermi in giro’. Oppure, portando a spasso Red, il cane, poteva far capolino ‘il duro noce’ e, dopo, quando avevo già un piede dentro il portone di casa: ‘fa freddo fra le stelle’.")
Racconti lievi, con soffi di vento e slanci di immaginazione, l’ombra del dolore che sfida il silenzio, improvvisi squarci di luce, improvvise risorse di vita: tutto il tempo che resta.


Leggi l'estratto
 Suggerisci il libro
      a un amico